Indice

60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio?

60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? La risposta sembra scontata: 360 Hz. Bisogna però capire meglio cosa cambia in termini pratici e a quale frequenza ti conviene passare. Aumentare il refresh reate del monitor ti regala un gameplay più fluido al quale si aggiunge un vantaggio competitivo. Ok, più alto è meglio, ma quanto in alto ti conviene salire realisticamente? Quanto è meglio 60 Hz rispetto a 144 Hz? e 240 Hz rispetto a 360 Hz?

60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? La risposta veloce

Se non hai tempo da perdere facciamo subito un riassunto di tutte queste sigle, cosa ti devi aspettare da questi refresh rate e a chi sono consigliati:

Frequenza monitorProControPer chi?
30 HzRichiede poca potenza del PC💩Gamer super occasionale
60 HzBuon compromesso tra fluidità e prestazioni richiesteRelativamente poca fluidità rispetto agli altri refresh rateGamer occasionale
144 HzAlta fluiditàRichiesta alta potenza graficaGamer appassionato
240 HzAltissima fluiditàRichiesta altissima potenza grafica, occorre fare qualche compromesso con la qualità per raggiungere 240 fpsGamer hardcore
360 HzFluidità pazzesca360 fps sono raggiungibili solo con alcuni giochi ed eventualmente abbassando settaggi graficiGamer competitivo
60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? Tabella di riepilogo

Se finora hai utilizzato un monitor standard a 60 Hz per tutta la tua vita, può essere difficile capire se passare a 144 Hz o 240 Hz sarà una buona idea o meno. Con la tabella di sopra abbiamo chiarito cosa aspettarsi, ma se vuoi sapere di più approfondiamo la questione di seguito.

60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? La risposta più lunga

Il termine “HZ” utilizzato nella descrizione di un monitor viene utilizzato per descrivere la sua frequenza di aggiornamento. Più alti sono gli Hz, più spesso lo schermo si aggiornerà. Ad esempio, un monitor a 60 Hz aggiornerà la sua immagine 60 volte al secondo, mentre un monitor a 144 Hz aggiornerà la sua immagine 144 volte al secondo.

Ma cosa significa per l’uso nel mondo reale?

In sostanza, una frequenza di aggiornamento più elevata significherà che l’immagine che vedi viene aggiornata più rapidamente. Questo può essere molto utile per giochi d’azione o giochi competitivi in ​​cui ogni millisecondo conta.

La frequenza di aggiornamento funziona in modo simile a come funzionano i fotogrammi al secondo in un videogioco, ma ci sono differenze.

I fotogrammi al secondo spiegano quanti fotogrammi vengono renderizzati dalla scheda grafica al secondo, mentre la frequenza di aggiornamento del monitor spiega quante volte l’immagine viene effettivamente aggiornata sul monitor.

Quindi, se la tua scheda video genera 300 fotogrammi al secondo in un gioco ma usi un monitor a 60 Hz, vedrai effettivamente 60 fps.

Si può dire che gli fps effettivi saranno il numero più basso tra quelli generati dalla scheda video e gli Hz del monitor.

Per questo motivo, non vale davvero la pena passare a un nuovo monitor con una migliore frequenza di aggiornamento, a meno che la scheda grafica non possa funzionare in modo affidabile a 60 fotogrammi o superiore. Puoi facilmente controllare i frame al secondo per un gioco sul tuo sistema utilizzando diverse utility (Radeon Software, Msi afterburner, Steam).

Secondo alcuni l’occhio può vedere solo fino a un certo numero di fotogrammi al secondo. Questo non è affatto vero ed è stato per lo più sfatato come un mito. I nostri occhi non funzionano esattamente come fanno i display, quindi è difficile misurare quanti “frame” al secondo possiamo vedere.

La differenza più notevole è quando un utente a 144 Hz passa a un display a 60 Hz: molti utenti di display a 144 Hz affermano che tutto, dai videogiochi alla velocità del cursore sul desktop, diventi lento e scattoso quando tornano a 60 Hz.

60Hz vs 144Hz

Offerta1° Consigliato

LG 24GN53A UltraGear Gaming Monitor 24" Full HD 1ms, 1920x1080, AMD FreeSync 144Hz, HDMI 1.4 (HDCP 2.2), Display Port 1.2, Uscita Audio, Flicker Safe, Nero

  • UltraGear Monitor Gaming 24" FullHD 1920x1080, Flicker Safe, Anti Glare
  • Tempo di risposta 1ms, 300 cd/m², 16.7M Colori
  • AMD FreeSync 144Hz (Low Frame Compensation)

Il motivo principale per cui potresti ancora utilizzare un monitor a 60 Hz è probabilmente dovuto a un budget limitato. Questa è la frequenza di aggiornamento più vecchia e consolidata ma, come spesso accade con la tecnologia, sta rapidamente passando di moda.

La risposta più comune al motivo per cui le persone che hanno provato un monitor a 144Hz (o anche a 240Hz) non possono tornare indietro è che tutto, dal movimento del cursore sul desktop al gameplay intenso, sembra lento quando si torna a 60Hz.

Se vuoi continuare a goderti il ​​tuo monitor a 60 Hz, non provare frequenze di aggiornamento più elevate, almeno finché non hai i soldi per aggiornare.

Se riesci a eseguire in modo affidabile i giochi che giochi a più di 90 fotogrammi al secondo, vale la pena passare a 144 Hz. Ecco cosa considerare prima dell’aggiornamento:

  1. Vuoi un vantaggio competitivo
  2. Il tuo computer è in grado di eseguire giochi a 90 fotogrammi o più.

Tuttavia un’idea può essere quella di rendere il tuo acquisto a prova di futuro prendendo un monitor in grado di gestire frame rate più elevati in modo che i tuoi giochi traggano grandi benefici se decidi di aggiornare la tua scheda grafica in un secondo momento.

Come detto prima, l’unica ragione per stare con monitor a 60Hz è un budget limitato.  La ragione di ciò è che il successo nei giochi FPS dipende dalla tua capacità di vedere gli altri giocatori e reagire rapidamente. Se vedi meno dei frame che fa il tuo avversario, allora sarai nei guai.

144Hz vs 240Hz

Offerta1° Consigliato

AOC Gaming C27G2ZU - Monitor curvo FHD da 27", 240 Hz, 0,5 ms, FreeSync Premium (1920 x 1080, HDMI, DisplayPort, hub) nero/rosso

  • Display da gioco Full HD da 27 pollici con tecnologia FlickerFree e Low Blue Light per giochi illimitati, divertimento e qualità delle immagini grazie al Free Sync Premium
  • VA Cured Panel 1500R, Full HD, display opaco, altezza 130 mm, uscita cuffie, Vesa 100 x 100, base rimovibile, telaio sottile, con altoparlante e hub USB (3.0)
  • Luminosità/contrasto: 300 cd/m², 3.000:1, connettori: 2 x HDMI 2.0, 1 x DisplayPort 1,2, USB 3.2 (GEN1) x 4

Per molto tempo, 144Hz è stato considerato il requisito minimo per il gioco competitivo. Tuttavia, un numero crescente di giocatori si sta spostando su monitor 240Hz.

La differenza tra queste due frequenze di aggiornamento è molto meno sorprendente del salto da 60 Hz a 144 Hz. La differenza è comunque evidente, in quanto significa passare da un frame ogni 6,95 ms a un frame ogni 4,17 msSi tratta di un miglioramento del 40% dei frame per secondo.

Un aspetto importante da notare è che se stai giocando a un gioco più vecchio, CS: GO, saresti comunque in grado di giocare a 240Hz con una CPU e una GPU di fascia media. 

Ecco come dcidere se vale la pena eseguire l’aggiornamento a monitor 240 Hz:

  1. Competi nei videogiochi ad alto livello
  2. Vuoi il miglior vantaggio che puoi ottenere contro altri giocatori
  3. Il tuo computer può eseguire in modo affidabile i giochi a cui giochi in modo competitivo a 240 fotogrammi o più
  4. Non ti dispiace pagare di più per un monitor

360 Hz

Offerta1° Consigliato

MSI Oculux NXG253R Monitor Gaming 24.5", Display 16:9 (FHD) 1920x1080, Frequenza 360Hz, Tempo di risposta 1ms (ULMB), Pannello IPS, G-SYNC, MSI Gaming OSD, VESA 100x100mm

  • RAPID IPS, GIOCO SENZA CONFINI - Oculux NXG253R è dotato di capacità di refresh rate estreme e di una superba accuratezza dei colori/luminosità all'interno di un design 'frameless', che riduce le linee della cornice tra più schermi
  • DISPLAY FHD da 24,5", HDR READY - Il pannello Rapid IPS da 1920 x 1080 (formato 16:9) supporta fino a 1,07 miliardi di colori (luminosità 400 nits, rapporto di contrasto 1000:1); tecnologie anti-flicker, anti-riflesso e low blue
  • 360 HZ REFRESH RATE, 1MS TEMPO DI RISPOSTA - Frame rate estrema con NVIDA G-SYNC e Latency Analyzer con frequenze di picco per un tracking impeccabile ti danno il vantaggio (fps). Tempo di risposta GtG di 1ms elimina tearing e frame rate frammentato

Il più grande miglioramento è la capacità di visualizzare i frame di gioco una volta ogni 2,8 ms, si tratta di un salto simile alla transizione da 144Hz a 240Hz. I monitor 360 Hz sono prodotti per giocatori estremamente competitivi.

60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? video comparativi

Ecco alcuni video che ti permettono di capire, tramite lo slow motion, l’impatto dell’aumento della frequenza del monitor.

60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? Domande frequenti

Parlando di – 60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? – ci sono diverse domande alle quali rispondere.

Qual è la differenza tra 60 hertz e 144 hertz?

La frequenza di aggiornamento, misurata in hertz (Hz), è il numero massimo di fotogrammi visualizzati dal monitor al secondo. In sostanza, un monitor a 60 Hz può mostrare fino a 60 fotogrammi al secondo (FPS), mentre un monitor a 144 Hz mostra un massimo di 144 FPS. Nel contesto di questo articolo, Hz e FPS sono per lo più intercambiabili.

Si nota la differenza tra 60Hz e 144Hz?

Tutti possono notare l’enorme differenza quando si passa dalla visualizzazione in 60 Hz a quella in 144 Hz.

60 Hz sono sufficienti per giocare?

60 Hz sono sufficienti per il gaming. 60Hz sono fluidi per godersi sia i giochi multiplayer che quelli in giocatore singolo ed è attualmente la soluzione più conveniente. Questi monitor inoltre non costano tanto quanto altri monitor con frequenza di aggiornamento più elevata.

C’è una differenza notevole tra 144Hz e 240Hz?

La maggior parte delle persone troverà una piccola differenza tra un monitor a 144Hz e 240Hz. Alcuni non troveranno alcuna differenza e alcuni non saranno nemmeno in grado di guardare indietro a un monitor a 144 Hz dopo essersi abituati a 240 Hz.

Vale la pena prendere un monitor a 360 Hz?

Un monitor a 360 Hz vale la pena se giochi principalmente a giochi competitivi frenetici e hai una configurazione del PC in grado di fornire più di 240 fotogrammi al secondo.

60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? La conclusione

  • Se ti piacciono i giochi basati sulla simulazione a un ritmo lento, allora un 60 Hz può andare bene per te. Puoi investire i soldi che risparmierai con un monitor più economico per aggiornare la tua RAM o CPU.
  • Se ti piace la fluidità, un monitor a 144 Hz dovrebbe essere il tuo minimo indispensabile
  • I monitor a 240 Hz sono una necessità se stai cercando di avere il maggior vantaggio nel mondo dei giochi professionali. Potrebbero anche darti un vantaggio se sei un giocatore occasionale.
  • I monitor 360 Hz presentano differenze una buona differenza teorica con quelli 240 Hz, ma dovresti considerarli solo se sei un giocatore hardcore.

Spero che questo articolo – 60 Hz vs 144 Hz vs 240 Hz vs 360 Hz: cosa è meglio? – ti abbia aiutato a capire quale frequenza è la migliore per il tuo prossimo monitor da gaming.

Articolo aggiornato il 2022-05-25. Link affiliazione, Immagini e prezzi prodotti da Amazon PA API. Il prezzo effettivo che si applicherà alla vendita sarà quello che vedrai sul sito del venditore al momento dell'acquisto.

Non perdere le offerte, guide e consigli su TECHGames.it

Usa questi pulsanti se vuoi condividere:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Offerte
Consigliati
Tips