Indice

SSD vs HDD: cosa è meglio per te?

Cerchi un dispositivo di archiviazione economico e abbondante o velocissimo e antiurto? Scopri cosa fa per te leggendo questo articolo:SSD VS HDD. A fine pagina avrai le idee sicure di come scegliere tra un disco rigido tradizionale e un’unità a stato solido per il tuo PC.

Se hai acquistato un PC portatile negli ultimi anni, molto probabilmente hai un’unità a stato solido (SSD) come unità di avvio principale. Anche i portatili da gaming più ingombranti sono passati alle unità di avvio SSD, mentre solo alcune macchine economiche usano ancora principalmente le unità a disco rigido (HDD). Anche le unità di avvio nei PC desktop sono per lo più SSD, tranne che nei modelli più economici. Un desktop potrebbe essere assemblato con entrambi: SSD come unità di avvio (compresi eventuali programmi e giochi che più beneficiano della velocità) e l‘HDD come per una maggiore capacità.

A volte però bisogna scegliere tra SSD e hard disk, come si fa? Vediamo le differenze tra SSD e HDD e scopriamo i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno per aiutarti a decidere. In questa pagina parleremo principalmente di unità interne, ma quasi tutto si applica anche agli SSD e Hard Disk esterni. Iniziamo a vedere innanzitutto cosa sono SSD e HDD e la loro storia. Usa l’indice per vedere gli argomenti che ti interessano di più, come ad esempio la spiegazione della velocità e la comparazione dei prezzi.

SSD VS HDD, spiegazione veloce

Spiegazione Veloce su HDD e SSD

Il tradizionale disco rigido è la memoria non volatile tradizionale dei computer. Questo significa che le informazioni archiviate su di esso non scompaiono quando si spegne il sistema, a differenza dei dati nella RAM. Un disco rigido è essenzialmente un piatto di metallo con un rivestimento magnetico che memorizza i tuoi dati. Puoi accedere ai dati grazie ad una testina di lettura/scrittura. La testina, posta su un braccio (o una serie di essi), accede ai dati mentre i piatti girano.

Un SSD svolge la stessa funzione di un disco rigido, ma i dati vengono invece archiviati su chip di memoria flash interconnessi, capaci di conservare i dati anche quando non c’è corrente. Questi chip flash sono di un tipo diverso rispetto al tipo utilizzato nelle chiavette USB, sono tipicamente molto più veloci e affidabili.

Gli SSD sono spesso molto più piccoli degli HDD e quindi offrono una maggiore flessibilità nella progettazione di un PC. Alcuni modelli, (quelli SATA) possono essere installati nei tradizionali alloggiamenti per dischi rigidi da 2,5 pollici o 3,5 pollici, altri modelli possono essere installati in uno slot di espansione PCI Express o essere montati direttamente sulla scheda madre, usando il formato M.2.

Storia di HDD e SSD

La tecnologia del disco rigido è relativamente anticaIBM 650 RAMAC dal 1956 utilizzava 50 piatti da 24 pollici di larghezza, per contenere 3,75 MB di spazio di archiviazione. Il RAMAC 350 era di dimensioni maggiori di un grande elettrodomestico, per questo era limitato agli usi governativi e industriali ed era obsoleto nel 1969.

Il fattore di forma del disco rigido del PC è stato standardizzato a 5,25 pollici all’inizio degli anni ’80, le unità 3,5 pollici 2,5 pollici sono arrivate subito dopo. L’interfaccia del cavo di collegamento è cambiata nel corso degli anni da seriale a IDE, fino a Serial ATA (SATA).

La maggior parte delle unità da 2,5 e 3,5 pollici utilizza interfacce SATA, ma molti SSD interni ad alta velocità utilizzano invece l’interfaccia PCI Express. Le capacità sono aumentate da pochi megabyte a diversi terabyte. Gli attuali dischi rigidi da 3,5 pollici sono ora disponibili con capacità superiori a 20 TB.

L’SSD ha una storia molto più breve, anche se le sue radici risalgono a diversi decenni nel passato. Le prime unità che conosciamo come SSD hanno iniziato ad apparire durante l’ascesa dei portatili, alla fine degli anni 2000. I chip SSD su questi laptop sono stati saldati permanentemente alla scheda madre.

Man mano che i netbook e altri laptop ultraportatili sono diventati più capaci, le capacità degli SSD sono aumentate e alla fine si sono standardizzate sul fattore di forma del notebook da 2,5 pollici. In questo modo, puoi estrarre un disco rigido da 2,5 pollici dal tuo laptop o desktop e sostituirlo facilmente con un SSD.

Col tempo sono emersi altri fattori di forma SSD più compatti, come il suddetto formato SSD M.2, disponibile nelle varianti SATA e PCI Express.  Gli SSD che utilizzano il fattore di forma da 2,5 pollici sono pensati per l’aggiornamento di PC desktop e laptop più vecchi, o nel caso le porte M.2 sulla scheda madre siano molto limitate.

Vantaggi e svantaggi: SSD VS HDD

I dischi rigidi sono ancora in circolazione, ma gli SSD ora sono la regola nei desktop e nei laptop di fascia media e alta. Sia gli SSD che i dischi rigidi svolgono lo stesso lavoro: avviano il sistema e archiviano le applicazioni e i file personali. Ma ogni tipo di archiviazione ha le sue caratteristiche uniche. In che cosa differiscono e perché dovresti volerne uno o l’altro? Continua a leggere per scoprirlo, punto per punto.

SSD VS HDD, pro e contro

Prezzi: SSD vs HDD

Gli SSD sono più costosi dei dischi rigidi in termini di costo per gigabyte. Il costo per gigabyte è in continua diminuzione per entrambe le tecnologie. Gli SSD diminuiscono di prezzo più velocemente, ma gli hard disk sono più convenienti quanto più si sale di prezzo. Conta anche la tecnologia: gli hard disk sono i meno costosi degli hard disk ibridi (SSHD, poco diffusi); gli SSD SATA sono più costosi degli hard disk mentre gli SSD con tecnologia PCI Express, lo sono più di tutti.

Comparazione dei prezzi dei più venduti da 1 TB a Dicembre 2022

Ecco quanto costa un hard disk da 1 TB a Dicembre 2022

Vediamo quanto costa un SSD SATA da 1 TB a Dicembre 2022

Offerta1° Consigliato
Crucial BX500 1 TB CT1000BX500SSD1 Fino A 540 MB/s, SSD Interno, 3D NAND, SATA, 2,5 Pollici, ‎Nero
300% più veloce di un disco rigido tradizionale; Micron 3D NAND – migliorare la tecnologia di memoria e di archiviazione da 40 anni
107,81 € −37,82 € 69,99 €

Ecco quanto costa un SSD PCI Express da 1 TB a Dicembre 2022

1° Consigliato
ASUS ROG STRIX SSD 1TB M.2 1000 GB SQ7 GEN4 PCI EXPRESS 4.0
ASUS ROG STRIX SSD 1TB M.2 1000 GB SQ7 GEN4 PCI EXPRESS 4.0
200,13 €

Capacità di archiviazione: SSD VS HDD

Gli SSD hanno capienza tipica da 256 GB a 1 TB, con alcuni modelli da 4 TB. Gli hard disk hanno capienze tipiche da 1 TB a 4 TB, tanti modelli superano i 10 TB. Come capacità di archiviazione. Fondamentalmente, maggiore è la capacità di archiviazione, più cose puoi conservare sul tuo PC. L’archiviazione basata su cloud può essere utile per archiviare i file che prevedi di condividere tra  smartphone, tablet e PC, ma l’archiviazione locale è meno costosa e devi acquistarla una sola volta, non abbonarti.

Un SSD dotato di capacità base può essere sufficiente per scopi di studio e lavoro che prevedono la creazione di documenti e non la generazione di file di grandi dimensioni. Se lavori su file video o foto in formato raw, o se scarichi tanti film e giochi, allora dovrai prendere un SSD più capiente. Se però ti serve una capacità di diversi terabyte, un hard disk risulta una scelta decisamente più conveniente.

Velocità: SSD VS HDD

Un PC dotato di SSD si avvia in molto meno di un minuto, spesso in pochi secondi. Un PC o Mac con un SSD si avvia più velocemente, esegue le app e trasferisce i file più celermente. Che tu stia usando il computer per svago, scuola o lavoro, la velocità extra ti permette di risparmiare tanto tempo prezioso.

SSD VS HDD, velocità

A causa delle loro superfici di registrazione rotanti, i dischi rigidi funzionano meglio con file più grandi disposti in blocchi contigui. In questo modo, la testina di azionamento può iniziare e terminare la lettura con un movimento continuo. Quando i dischi rigidi iniziano a riempirsi, pezzi di file di grandi dimensioni finiscono sparsi sul piatto del disco, causando la cosiddetta “frammentazione“, riducendo le prestazioni. Gli SSD non si frammentano, tuttavia, perché la mancanza di una testina di lettura fisica significa che i dati possono essere archiviati ovunque, senza problemi.

Capire la velocità di SSD e HDD

La velocità di hard disk ed dischi a stato solido cambia ampiamente, a seconda del tipo di compito che stanno effettuando. Per non disperdere troppo l’argomento, vediamo cosa è la velocità sequenziale e quella con file randomici.

Velocità sequenziale (file da 1 GB +)

La velocità sequenziale è quella promossa da produttori, sulla quale è più facile basarci per fare un confronto.

Un tipico disco rigido non supera la velocità di lettura e scrittura di 250 MB al secondo, mentre un SSD con bus SATA 3 raggiungerà regolarmente un picco di velocità di trasferimento doppio. Gli SSD basati su PCI Express di nuova generazione, a seconda della generazione e del numero di corsie PCI Express supportati, possono essere molto più veloci. Possono facilmente raggiungere una velocità quattro volte superiore rispetto alle unità piatto più veloci e le ultime unità PCI Express Gen 4 raggiungono facilmente 3000 MB, con i modelli più veloci che superano i 7.000 MB al secondo. Non leggeranno e scriveranno sempre a quelle velocità di picco, ma come puoi vedere, il confronto non è vicino.

Velocità file random (lettura/scrittura casuale di piccoli file)

La velocità sequenziale ci dice solo una parte della differenza tra HDD e SSD. Se provi a spostare una grande quantità di piccoli file (ad esempio, estraendo un file compresso o spostando tante foto, tanti file di musica, etc) vedrai che su disco rigido avrai una velocità di 1 – 2 MB al secondo. Su SSD SATA 3 riuscirai facilmente a superare i 20 MB al secondo. Questo significa che in scrittura randomica anche un SSD SATA ha più di 10 volte la velocità di un hard disk tradizionale. Gli SSD PCI-E possono superare i 100 MB al secondo in questo campo.

La velocità nei file random influenza tantissime altre operazioni, anche quelle non gestite da te, come il caricamento di pagine web e vari file di sistema. Nei benchmark, questa velocità viene spesso indicata come “4K random read/write”. Anche se non è spesso valutata adeguatamente, la velocità di lettura e scrittura randomica costituisce una grande parte dell’esperienza superiore su SSD.

Rumore e consumi: SSD vs HDD

Anche il disco rigido più silenzioso emette un po’ di rumore quando è in uso, perché i piatti dell’unità ruotano e il braccio di lettura ticchetta avanti e indietro. I dischi rigidi più veloci tenderanno a fare più rumore di quelli più lenti. Gli SSD non fanno alcun rumore; non sono meccanici.

Inoltre, un SSD non deve consumare elettricità per far girare un piatto da fermo. Di conseguenza, nessuna dell’energia consumata dall’SSD viene sprecata, rendendoli più efficienti. Su un portatile sarai in grado di sfruttare più minuti (o ore) di durata della batteria.

Resistenza e durata: SSD VS HDD

Un SSD non ha parti mobili, quindi è più probabile che i tuoi dati siano al sicuro nel caso in cui la borsa del portatile venga lasciata cadere, o se il tuo sistema viene scosso mentre è in funzione.  Se la tua macchina subisce spesso sbalzi, un SSD è meglio.

Per quanto riguarda la durata nel tempo, un SSD ha limiti di scrittura che dipendono molto dal tipo di memoria utilizzato. Anche a parità di velocità, un SSD può costare di più perché ha memorie più durature. Questa durata viene indicata come TBW: i terabyte che si possono scrivere prima che un SSD non accetti più scritture e passi in modalità sola lettura.

Un HDD solitamente non ha una durata specifica come quella degli SSD, ma solo l’utilizzo consigliato. Se compri un hard disk economico e lo destini ad utilizzo di videosorveglianza, questo smetterà di funzionare più in fretta del previsto. Gli hard disk economici dotati di tecnologia SMR possono essere utilizzati come archiviazione sporadica, mentre i CMR sono decisamente più affidabili, anche per usi casalinghi.

Ci sono diversi programmi che possono farti sapere se ti stai avvicinando alla fine del ciclo di vita nominale dell’unità (spesso gli stessi software del produttore). Mentre questo è più difficile con un hard disk, anche se puoi avere comunque dei dati utili a riguardo la condizione generale del drive.

Quali sono i fattori di forma SSD e HDD?

Poiché i dischi rigidi si basano su piatti rotanti, c’è un limite a quanto piccoli possono essere prodotti. Gli SSD non hanno tale limitazione, quindi possono continuare a ridursi con il passare del tempo. Gli SSD sono disponibili nelle dimensioni di unità per laptop da 2,5 pollici, ma questo è solo per comodità di inserimento all’interno di alloggiamenti per unità di archiviazione. Gli SSD si stanno spostando sempre più verso il fattore di forma M.2 discusso sopra, disponibili in lunghezze di 42 mm, 60 mm, 80 mm e 120 mm.

SSD VS HDD, form factor

ibridi e sistemi dual-drive

Gli hard disk ibridi, tipicamente chiamati SSHD, sono formati da un hard disk con un piccolo chip di memoria SSD. La memoria flash funge da buffer per i file utilizzati di frequente, quindi il tuo sistema può avviare le tue app più importanti più velocemente. Le unità ibride funzionano, ma sono declinate con il calo dei prezzi degli SSD.

Una soluzione migliore per molte persone sarà un sistema a doppia unità. In questo caso, avrai un SSD come unità principale (C:) per il sistema operativo e le app e un disco rigido di maggiore capacità per l’archiviazione dei file. 256 GB è una dimensione minima pratica per la partizione di sistema. Per avere due (o più unità) è però necessario spazio fisico all’interno dello chassis del PC, il che significa che questo tipo di disposizioni sono usabili solo nei PC desktop e in alcuni modelli di portatile.

Gli SSD sono lo storage del futuro

Il prezzo degli SSD sta scendendo, ma sono ancora troppo costosi per sostituire completamente i terabyte di dati che alcuni utenti hanno nei loro PC e Mac per l’archiviazione di massa che non deve essere veloce.  L’archiviazione su hard disk probabilmente non scomparirà, ma diventerà sempre meno comune nei dispositivi con poche pretese in fatto di quantità di spazio disponibile.

Cerchi un po’ di spazio di archiviazione aggiuntivo? Consulta la guida ai migliori dischi rigidi esterni

Articolo aggiornato il 2022-12-04. Link affiliazione, Immagini e prezzi prodotti da Amazon PA API. Il prezzo effettivo che si applicherà alla vendita sarà quello che vedrai sul sito del venditore al momento dell'acquisto.

Non perdere le offerte, guide e consigli su TECHGames.it

Usa questi pulsanti se vuoi condividere:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Offerte
Consigliati
Tips