Indice

Monitor curvo VS piatto: quale scegliere?

Monitor curvo VS piatto, quale è il migliore per te? In questo articolo vediamo i vantaggi che ti offre la curvatura in uno schermo, sia per uso professionale che per gaming.

Quando i display curvi sono apparsi per la prima volta sul mercato, la maggior parte delle persone pensava che fosse solo un espediente e una moda passeggera che non valeva il costo aggiuntivo. E mentre questo è parzialmente vero per i televisori, è tutta un’altra storia quando si tratta di monitor. Su quali monitor una curva è più utile? Se ti interessa un display ultrawide, potresti valutare l’acquisto di un modello curvo. Per quanto riguarda i monitor widescreen, si tratta perlopiù di una questione di preferenze personali.

Quindi, quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei monitor curvi rispetto ai modelli a schermo piatto? E perché i monitor curvi hanno più senso dei televisori curvi?

La curvatura

Monitor curvo vs piatto ultrawide

Innanzitutto vedremo cosa significano le diverse valutazioni del raggio di curvatura, come 1000R, 1500R1800R3800R, ecc. Più basso è il numero che precede la “R”, più intensa sarà la curvatura dello schermo.

1500R, ad esempio, si riferisce a un raggio di 1500 mm o 1,5 metri. Se dovessi formare un cerchio da un gruppo di monitor curvi 1500R, il raggio di quel cerchio sarebbe 1,5 m.

Inoltre, la valutazione della curvatura indica anche la distanza di visione ottimale. Quindi, con un monitor curvo 1500R, avrai tutti i vantaggi della curvatura solo se non ti trovi a più di 1 metro e mezzo di distanza dallo schermo.

Monitor curvo vs piatto

Quando scegli un monitor curvo rispetto ad un monitor piatto, dovresti essere consapevole tanto dei vantaggi quanto degli svantaggi. Vediamo quali sono.

Pro dei monitor curvi

  • Più comfort per i monitor di grandi dimensioni. I display curvi sono adatti ai monitor ultrawide, puoi sicuramente acquistare anche i classici monitor curvi in 16:9, ma solo se miri a qualcosa di 27 pollici o superiore. Più grande è il monitor, più utile diventa la curvatura.
  • È più facile tenere d’occhio più finestre. I pannelli curvi sono progettati per limitare la quantità di movimento della testa necessaria per vedere i lati dello schermo, il che li rende perfetti quando si tratta di lavorare con più finestre affiancate.
  • Meno spazio sulla scrivania. Avere un unico monitor curvo più grande invece di due più piccoli libera spazio sulla scrivania, poiché deve ospitare un solo supporto. 
  • Meglio per soluzioni multi monitor. I monitor curvi funzionano anche molto meglio quando si tratta di configurazioni a doppio o triplo monitor. Il passaggio da un monitor all’altro è molto più fluido rispetto agli schermi piatti.
  • Estetica piacevole. Molte persone trovano che i monitor curvi siano molto più belli dei normali display, anche se questo è un fattore soggettivo. Scegliere un monitor per il suo design è giusto, fino a che ti assicuri che anche le specifiche siano all’altezza del tuo uso.
  • La maggior parte dei modelli sono progettati per il gaming. La maggior parte dei pannelli curvi include funzionalità specifiche per i giochi come frequenze di aggiornamento più elevate, tecnologie di frequenza di aggiornamento adattive, basso ritardo di input, supporto HDR e altro. 

Contro dei monitor curvi

  • La maggior parte dei modelli sono progettati per il gaming. Se cerchi un modello per il gaming questo è sicuramente un vantaggio, mentre se lo cerchi per uso professionale o casuale probabilmente avrai una scelta ridotta. Puoi anche trovare modelli specifici per l’ufficio sono un po’ più rari e ci sono meno opzioni tra cui scegliere.
  • Non sono eccezionali per fotografi ed editor di video. La distorsione causata dal pannello curvo rende la vita più difficile ai creativi, principalmente perché devono tenere conto della curvatura mentre lavorano con linee rette nei video verticali o nelle foto di ritratti. Questo non dovrebbe essere un problema se lavori principalmente con i normali media. Guarda invece questi articoli se ti interessa un monitor per fotografia ed editing video.
  • Gli angoli di visuale possono essere un problema. A meno che tu non sia seduto esattamente di fronte ad esso e alla giusta altezza, un pannello curvo ha più problemi di cambiamento di colore e contrasto rispetto ad uno piatto. Questo è principalmente un problema se il tuo lavoro prevede la precisione del colore.
  • Non possono essere utilizzati in modalità verticale. Questo dovrebbe essere abbastanza ovvio, anche se la modalità verticale non è un uso comune.
  • Sono più costosi. Anche se sono molto più facili da produrre rispetto ai loro arbori, i pannelli curvi hanno un prezzo leggermente superiore ai modelli piatti.
  • Mostrano più riflessi. Data la geometria di un display curvo, è più difficile evitare i riflessi provenienti da varie sorgenti luminose, come lampadine, finestre o altre fonti di luce vicine.
  • Il montaggio a parete può essere un problema. Un display curvo apparirà un po’ strano accanto a una parete piatta. Non sono più difficili da installare al muro, soprattutto perché la maggior parte di essi viene ha il supporto VESA standard, si tratta principalmente di un problema estetico.

Monitor curvi vs TV curvi

A differenza dei televisori curvi, che di solito hanno sottili curvature di 4000R, la maggior parte dei monitor curvi ha curvature superiori ai 1500R. Questo ha senso dato che sarai seduto più lontano da una TV rispetto a un monitor.

Il problema con i televisori è che, per sfruttare appieno uno schermo curvo, devi anche essere seduto direttamente di fronte ad esso. Chiaramente questo non è possibile se hai molte persone nella stanza.

Inoltre, le persone che guardano la TV dai lati più lontani della stanza non sarebbero in grado di vedere l’intero schermo a causa della curvatura. Quindi è comprensibile il motivo per cui una TV curva non vale il costo per la maggioranza delle persone.

Quanto sia utile la curvatura su un monitor dipende principalmente dalle dimensioni del display e dal raggio di curvatura. I piccoli monitor curvi da 24 pollici e 27 pollici di solito hanno curvature di 1500R o 1800R, che non sono nemmeno così evidenti a causa delle dimensioni ridotte dello schermo. Con monitor curvi da 32″ o più grandi, la curvatura diventa più evidente, soprattutto se è 1500R o superiore, ma anche in questo caso la curvatura non è esattamente necessaria. Con monitor ultrawide da 38 pollici, (o ancora più grandi come i modelli da 49 pollici), la curvatura è ideale per poter stare vicino a uno schermo di quelle dimensioni.

Conclusione: Monitor curvo VS piatto

La curvatura diventa un fattore importante perlopiù su monitor più grandi, mentre su quelli più piccoli generalmente è una preferenza personale. La cosa più importante da considerare è la qualità del pannello stesso.

  • Per un uso professionale, considera un display con pannello IPS per i colori più accurati e gli angoli di visualizzazione più ampi e quasi tutti i display IPS widescreen sono a schermo piatto.
  • Per il gaming e l’uso multimediale quotidiano, valuta di acquistare un modello curvo se desideri un display ultrawide, soprattutto se è da 34″ o più grande, anche se sono disponibili anche diversi buoni modelli a schermo piatto.

Per quanto riguarda i modelli widescreen, è solo una questione di preferenze personali. Potrebbe anche interessante vedere i migliori monitor curvi ed i migliori modelli da gaming curvi.

Monitor curvo vs piatto per gaming

Non perdere le offerte, guide e consigli su TECHGames.it

Usa questi pulsanti se vuoi condividere:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Offerte
Consigliati
Tips